Dottoressa Francesca Rosso

VISITE A DOMICILIO
338 1722291

Category cani, cavalli, Terapie

LASER è l’acronimo di Light Amplification by Stimulated Emission of Radiation (amplificazione di luce per mezzo di un’emissione stimolata di radiazioni); dalla sua prima elaborazione ad oggi, questa tecnologia ha trovato un campo di applicazione sempre più vasto, dalla chirurgia all’ambito medico e fisioterapico. Esistono molteplici tipi di generatori di laser utilizzati a scopo terapeutico ognuno dei quali presenta diverse proprietà e applicazioni. Il macchinario che utilizzo è un Laser Mphi orange della ditta ASA con modalità MLS (multiwave locked system), in grado di sincronizzare emissioni di luce continua e pulsata, potenziando l’effetto terapeutico. Questo macchinario lavora su due lunghezze d’onda, 808nm e 905 nm. Grazie a questa peculiarità si può ottenere una combinazione dell’effetto analgesico con quello antinfiammatorio ed antiedemigeno, che si manifestano contemporaneamente potenziandosi a vicenda.

I più importanti effetti biologici dell’applicazione laser sono:

  • effetto antinfiammatorio, grazie alla stimolazione biologica dei tessuti (aumento eliminazione cataboliti, stabilizzazione membrane cellulari, vasodilatazione con incremento dell’apporto di ossigeno e sostanze nutritizie).
  • effetto antalgico, agendo a livello di terminazioni nervose, inibendo la trasmissione degli stimoli nocicettivi, aiutando il drenaggio (grazie alla vasodilatazione) delle sostanze algogene. Inoltre incrementa la produzione di sostanze morfino-mimetiche quali endorfine ed encefaline che hanno attività analgesica.
  • effetto biostimolante, favorendo processi energetici cellulari e incrementando i processi riparativi dei tessuti e la produzione di collagene ( applicazione ideale per la cicatrizzazione di piaghe e ferite).
  • effetto antiedemigeno, poiché influisce in modo notevole e selettivo sulla vascolarità dei vasi linfatici, aumentandone il diametro e facilitando quindi l’evacuazione delle molecole responsabili dell’edema.

Indicazioni principali del laser in ortopedia e neurologia

  • dolori e spasmi muscolari
  • rigidità articolare
  • dolore da artrosi
  • Particolarmente adatto in caso di distorsioni, strappi, esiti di traumi (riassorbimento ematomi)
  • tendiniti, borsiti,
  • lombalgie, prblemi neurologici
  • edemi
  • piaghe e ulcere.

Spesso viene associato alla Tecarterapia e naturalmente alle varie terapie manuali.

Inoltre il laser trova applicazione direttamente in agopuntura, infatti grazie a studi effettuati negli ultimi anni si è dimostrato che ogni meridiano risponde ad una data frequenza di stimolazione laser, e che a determinate frequenze si ha una stimolazione degli agopunti con effetti sovrapponibili a quelli ottenuti tramite l’infissione di aghi. Questa scoperta è molto utile ai fini della pratica clinica, perche permette di trattare senza problemi tutti quegli animali che non accettano gli aghi, oppure zone difficili da pungere. Il trattamento è più rapido rispetto a quello con gli aghi, la risposta fisica è sovrapponibile, mentre ho notato che per il mentale gli aghi hanno un effetto decisamente più rilassante.

WhatsApp chat